fbpx

Gestione dei Portali

Oggigiorno esiste una lista infinita di portali in cui inserire le proprie strutture. AirBnb, Homeaway, Wimdu, Atraveo, ecc.., sono diventati i canali preferiti da una certa tipologia di viaggiatori grazie all’ampia scelta di soluzioni ed alla facilità di prenotazione.

Queste opportunità portano però a delle difficoltà di gestione quando un appartamento è pubblicato su più portali contemporaneamente creando il rischio di prenotazioni per le stesse date che porteranno a spiacevoli situazioni di overbooking.

Tramite software specifici di Channel Management è però possibile gestire gli appartamenti da un unico pannello di controllo, e da li pubblicarli sui vari portali di listing evitando sormontamenti di disponibilità e tenendo prezzi, offerte e fotografie sempre aggiornati.

Assegnazione del prezzo

L’attività più importante nel settore dell’affitto turistico è la scelta del prezzo più corretto in relazione all’offerta delle strutture concorrenti simili per dotazioni.

Da qui parte il vero e proprio Revenue Management che ha come obiettivo la massimizzazione dei guadagni in relazione al riempimento della casa vacanza, abbassando o alzando le tariffe in relazione a delle variabili come la stagionalità, il calendario eventi di una determinata località ed il calendario feriale nazionale ed internazionale.

Da tener sempre in considerazione è l’applicazione dell’IVA, che nel caso delle case vacanza è del 12%, e le varie tipologie di tariffa, rimborsabile permettendo la cancellazione entro un certo limite di tempo o non rimborsabile, e le varie promozioni che si possono pubblicare in determinati periodi come la early booking o la last minute.

Pratiche burocratiche

CONTRATTO DI SOGGIORNO: Anche se non obbligatorio è comunque un documento che stabilisce i termini dell’offerta di locazione turistica, che al di sotto dei 30 giorni non deve essere registrato presso l’agenzia delle entrate.

COMUNICAZIONE ALLA QUESTURA: Ovvero i dati personali degli ospiti che devono essere depositati entro le 24 ore successive all’ingresso nella struttura.

TASSA DI SOGGIORNO: Applicata in molte città e con un valore variabile, va raccolta sul posto ad ogni check-in e versata in comune alla fine di ogni mese.

FATTURAZIONE: Tutta la documentazione relativa alle transazioni effettuate deve essere conservata per ragioni fiscali.